Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Facebook Pixel [noscript]” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

Novità alla Galleria degli Uffizi

Le sale del Cinquecento

Nuove sale appena inaugurate

Alla Galleria degli Uffizi sono appena state inaugurate 14 nuove sale. Si trovano al primo piano, occupano il corpo di fabbrica parallelo all’infilata fino ad oggi occupata dai maestri del ‘500.

Visitarle è un vero piacere, l’impressione è che finalmente dei vecchi amici sia tornati dopo una lunga assenza e che alcuni si siano decisi di rivelare la loro vera natura.

Infatti dopo quasi una decade sono rientrati nelle sale maestri del calibro di Tintoretto, Veronese, Barocci.  Altri hanno trovato una degna collocazione e soprattutto sono stati illuminati così che si possa godere della tavolozza e dei dettagli.

Sono in totale 105 le opere che hanno trovato una nuova collocazione.

I ritratti di Bronzino

Si parte dai ritratti del Bronzino esposti ora su pareti di sfondo grigio che risalta la tavolozza fredda che lo distingue. Coraggiosa è la scelta di rimuovere i vetri di protezione dalle cornici, ma assolutamente giustificata dal risultato. La materia serica finora appiattita, sembra acquistare un rilievo tattile, la delicatezza da cammeo degli incarnati recupera la sua impalpabilità .

Tiziano, Veronese, Tintoretto

Tiziano acquista per la Venere d’Urbino una sala tutta sua, qui lo sfondo è verde, ed echeggia i sontuosi tendaggi che fanno da sfondo ai suoi soggetti. Nelle sale contigue altre opere di Tiziano finalmente illuminate a dovere hanno recuperato profondità e ricchezza. Rientrano, ciascuno in una sala a loro dedicata,  Tintoretto e Veronese. Inoltre arrivano in mostra loro dipinti rimasti finora, per mancanza di spazi, nei depositi.

Una sala dedicata alle grandi pale d’altare ci restituisce fra altro la grande Madonna del Popolo di Federico Barocci.

Non di poca importanza: nelle sale sono disposte delle sedute che offrono la possibilità di godere delle opere anche con un agio troppo spesso disatteso.

Una visita approfondita

Florencewithguide vi invita a visitare queste nuove sale. Anche se conoscete già la Galleria degli Uffizi la visita sarà sicuramente un arricchimento. Ricordiamo che durante il periodo estivo il martedì si può approfittare delle aperture prolungate fino alle 22, quando la Galleria è sicuramente meno affollata.


«

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.