Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Facebook Pixel [noscript]” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

Case museo a Firenze


Firenze offre una sorprendente varietà di strutture museali che – benché di limitate dimensioni – si contraddistinguono per le loro caratteristiche uniche e la ricchezza delle loro collezioni, in sintonia con ambienti storici di grande suggestione.
Molti di questi musei meno conosciuti sono legati alle figure dei grandi collezionisti o antiquari dell’Otto e Novecento.

Per approfondire il viaggio nella storia della città la visita di questi musei è indispensabile: ognuno di loro narra il suo particolare racconto intrecciandolo con la grande storia che ne fuoriesce arricchita e più vera.

 

Museo di Palazzo Davanzati : il museo della casa fiorentina

Dwelling room, Palazzo DavanzatiIl Museo di Palazzo Davanzati rappresenta un caso fortuito di residenza medievale giunta in perfetto stato fino a noi. Residenza di mercanti con alterne vicende il palazzo è stato abitato fino al 1939.

Agli inizi del Novecento l’antiquario Elia Volpi intuì le potenzialità del luogo e iniziò un impegnativo restauro.Si ammira la struttura trecentesca, insieme alle splendide decorazioni parietali , lo stretto cortile con la scala esterna rampante e i suoi ballatoi e la grande cucina all’ultimo piano: accanto a mobili, oggetti d’uso quotidiano, opere d’arte di destinazione privata che arredano le stanze, sono conservate qui rare collezioni di ceramica e ricami che permettono un vero viaggio nel tempo al visitatore curioso.

 

 

Museo Horne: la casa di uno studioso

museo-horne_sala

La nascita del museo Horne si deve al lascito del critico d’arte e raffinato collezionista inglese Henry Percy Horne. Arrivato a Firenze per studiare Sandro Botticelli si innamorò della città e dei suoi studi.
Il palazzo e la collezione sono frutto del suo desiderio di far rivivere il Rinascimento con spazi e arredi d’epoca.
Con mezzi economici limitati ma dotato di un istinto eccezionale Horne è riuscito a creare un piccolo paradiso per esteti e amanti dell’arte: opere come il Santo Stefano di Giotto o il dittico di Simone Martini fino a giungere al ferrarese Dosso Dossi o ai disegni di Tiepolo convivono fra arredi rari ed elegantissimi, da godere in perfetta tranquillità.

 

Museo Bardini: la casa dell’antiquario

 

Museo Bardini, sala della scultura

L’antiquario Stefano Bardini fu probabilmente il più intraprendente e fortunato fra gli antiquari fiorentini a cavallo fra Otto  e Novecento.
I direttori dei grandi musei europei e i grandi collezionisti americani erano di casa negli spazi allestititi da Bardini con cura maniacale per valorizzare le opere,  gli oggetti e manufatti da lui scovati in tutta Italia.

Il museo è stato riaperto dopo impegnativi restauri, ricreando grazie a foto d’epoca e documenti lo showroom dell’antiquario. La visita permette di apprezzare una grande varietà d’oggetti preziosi e curiosi in tutti i campi delle arti applicate, da varie parti del mondo e delle più svariate epoche storiche.
La visita al Bardini combina le visione delle opere a un sicuro senso dell’effetto scenico fra scalinate, lucernari e saloni ed è sicuramente un’esperienza appagante per i più curiosi.

 


«

Su questo sito web utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma [tu] hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .