Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Facebook Pixel [noscript]” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

Percorsi della moda a Firenze


“Chi vede nella moda soltanto la moda è uno sciocco”.
(Honorè de Balzac)

Fra arte, lusso e artigianato

 

Il legame di Firenze con l’arte tessile inizia nel Duecento e ha lasciato testimonianze importanti nella storia della città: dai manufatti esposti nei musei al saper fare degli artigiani che ancora oggi intrecciano tradizione e creatività.

 

Alla scoperta della moda dalla testa ai piedi…

 

Per un approccio alla storia della moda iniziamo la visita alla Galleria del Costume di Palazzo Pitti che con allestimenti sempre aggiornati offre una panoramica dell’evoluzione del costume dal Settecento a oggi, grazie anche a donazioni prestigiose come quelle di Umberto Tirelli e Gianfranco Ferrè, in un percorso che permette di spaziare dagli abiti ai mutamenti sociali che l’abito racconta.
Continuiamo poi al museo Ferragamo, il “calzolaio” delle dive di Hollywood che ha inventato quasi tutte le scarpe che portiamo: ballerine, zeppe o tacchi,ma anche un uomo con una vita avventurosa e sorprendente.

In alternativa al museo Ferragamo si può continuare la visita al museo Gucci, per ripercorrere la storia e l’evoluzione di un piccolo negozio di borse e valigie fino alle passerelle, al cinema e all’automobile fra un turbinio di invenzioni a doppia “G”  o alla villa Bardini per un incontro con gli abiti scultura di Roberto Capucci insieme ai bozzetti che illustrano le varie fasi del suo processo creativo: un tesoro di forme e colori a cui attingere per ispirarsi!

 

Una giornata all’insegna del lusso e della creatività.

 

 

 

 Sala dedicata agli abiti di Donna Franca Florio particolare dell’allestimento Firenze, Galleria del Costume di Palazzo Pitti

Su appuntamento è possibile organizzare visite a sartorie e atelier dove ancora oggi talento e manualità mantengono viva la tradizione.

 


Su questo sito web utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma [tu] hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.