Piazza e Palazzo della Signoria

I palazzi del potere

Firenze è stata per lunghi secoli uno stato indipendente. Il Palazzo del Bargello e il Palazzo della Signoria sono il volto della Repubblica Fiorentina, palazzi dove veniva esercitato il potere. Firenze però è una città unica e nel suo destino le arti hanno sempre avuto un peso preponderante. Dunque vi invitiamo dove il potere si fa arte e l’arte veste il potere.

Il volto della Repubblica fiorentina

Vi proponiamo un percorso per conoscere il volto del potere a Firenze. Inizieremo con la

  • Torre della Castagna, dove dapprima risiedevano i Priori. Poi gireremo intorno al
  • Palazzo del Bargello, è il primo grande palazzo pubblico. Le sue mura ci racconteranno del difficile cammino alla ricerca della pace civile. Il Bargello ci porterà nella Firenze di Dante, dei Podestà e dei Capitani del Popolo.
  • Piazza e Loggia della Signoria non solo per vedere l’architettura del palazzo, ma soprattutto per ammirare  le sculture che espressero l’ideale civico.
  • Palazzo della Signoria è ancora oggi il palazzo pubblico e un grande museo. Visiteremo le sale del governo della Repubblica, il Salone dei Cinquecento e gli appartamenti di Cosimo I Medici. Leggeremo insieme le storie degli affreschi e delle pitture. L’arte del potere e l’arte per il potere.

L’arte del potere e l’arte per il potere

Al centro del nostro percorso sarà Palazzo della Signoria. Divenne la sede del governo della repubblica Fiorentina dall’inizio del Trecento. Prima di entrare a visitarlo però vi proponiamo di scoprire insieme i luoghi del potere nel XIII secolo. Così per iniziare andremo a vedere la Torre della Castagna dove si riunivano i priori eletti dal 1282 a rappresentare il popolo. Vi racconteremo perché in una torre, di come Firenze cercava un equilibrio fra le fazioni, fra il popolo e i magnati. E vi potremo raccontare come già allora cercassero di risolvere i problemi che ancora oggi ci assillano. Poi guarderemo la solida architettura del Palazzo del Bargello, costruito ai tempi di Dante e cruciale nel suo destino. Da quando fu costruito nel 1255 ha cambiato tre volte il nome e ogni nome ci racconterà di come cambiava il potere. Ci fermeremo sulla Piazza della Signoria e sotto gli archi della Loggia della Signoria per ascoltare il messaggio sottinteso nelle sculture. Il bronzo e il marmo della Giuditta di Donatello e del David di Michelangelo hanno trasmesso l’ideale repubblicano. L’Ercole, il Perseo del Cellini e il Nettuno dell’Ammannati hanno parlato per i duchi Medici. La gloria dei granduchi fu cantata anche dal Giambologna con il monumento equestre di Cosimo I. Infine entreremo nel Palazzo della Signoria. Da più di settecento anni è il palazzo del potere: sede della Signoria, poi residenza del granduca Cosimo I Medici, oggi del Comune di Firenze. Anche questo palazzo ha cambiato nome, oggi è più spesso chiamato Palazzo Vecchio e vi racconteremo il perché. Fra le mura di Palazzo della Signoria hanno governato Firenze uomini come Niccolò Machiavelli. Con lui il potere si fece arte. Nelle sale di Palazzo della Signoria vedremo anche come l’arte parla per il potere e lo veste. Vi hanno lavorato grandi artisti primo fra tutti Giorgio Vasari e poi Francesco Salviati. Certamente vedremo le sculture di Michelangelo e di Donatello che vi sono esposte. Le loro opere sono i simboli della Repubblica. Nelle sale del palazzo i ricchissimi soffitti intagliati, pitture e affreschi sono stati eccelsi strumenti di propaganda.

Un tour per tutti coloro che amano la storia, si fanno domande e cercano risposte.

Informazioni pratiche

  • Il tour include la visita del Palazzo della Signoria
  • Contattateci per informazioni sugli orari e i costi
  • Tariffa base 120€
  • Il costo dei biglietti d’ingresso non è incluso
  • Adatto a persone con difficoltà motorie e carrozzine

Contattaci e Prenota il tuo Tour