Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Facebook Pixel [noscript]” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

Visita a Fiesole


Ricca di storia e fascino ambientale sulle colline a nord di Firenze, con una posizione strategica fra le vallate del Mugello e la vasta pianura dell’Arno Fiesole conserva vestigia sia di epoca etrusca che di epoca romana.
Oltre agli scavi, riportati alla luce in gran parte nel corso dell’Ottocento, si trovano monumenti medievali fra cui spicca il Duomo. Accanto ai monumenti  sono più che altro i valori ambientali, le vedute e la vegetazione ad attirare l’attenzione del visitatore meno frettoloso.

 

Fiesole pagana

 

Gli scavi archeologici che sono considerato il monumento principale fiesolano offrono, incorniciati da ulivi, vaste vedute in sintonia con il loro carattere di parco archeologico. Da vedere il teatro romano, ancora in uso nei mesi estivi, delle terme e, di particolare rilevanza, i resti del tempio etrusco.

Al di sotto agli scavi scorre inoltre la parte più cospicua del tracciato delle mura etrusche che si sia conservato.
Il Museo Archeologico, edificio museale ottocentesco con facciata a tempio, raccoglie accanto ad una bella collezione di vasi etruschi, greci e italici  materiale proveniente dai vari scavi eseguiti sul territorio comunale che spazia dall’epoca etrusca all’alto Medioevo.

 

Fiesole cristiana

 

Partendo dalla piazza Mino e salendo verso il convento di San Francesco si gode la vista sulla città che si espande in pianura, si aprono scorci sulle colline cosparse di ville, fra cui la Villa Medici, e di edifici conventuali di rilievo, fra cui la Badia Fiesolana e il monastero di San Domenico, luogo legato a Fra’ Angelico.

Proseguendo sulla salita, di interesse la chiesa Sant’Alessandro di origine paleocristiana (accessibile in occasione di mostre) e in particolare la chiesa di San Francesco e il piccolo convento francescano in cima al colle. Nel suo interno si trova un interessante corredo pittorico e immediatamente adiacente si può scoprire un sorprendente Museo delle Missioni.

L’edificio sacro di maggiore rilievo rimane la cattedrale romanica dedicato a  San Romolo, che nonostante i rifacimenti ottocenteschi conserva aspetti suggestivi e  un piccolo gioiello del Rinascimento: la Cappella Salutati.

 

Rinascità ottocentesca e piccoli tesori

 

Oltre al Museo Archeologico a Fiesole si trova anche l’edificio neo-rinascimentale del Museo Bandini, frutto della sensibilità del canonico Angelo Maria Bandini: un viaggio fra opere devozionali del Gotico e Rinascimento.(opzionale)Piazza Mino, Fiesole

 

 

 


«

Su questo sito web utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma [tu] hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .